Una mini-recensione della fotocamera compatta Samsung EX2F

Mentre la WB2200F ha solo un aspetto serio, l’EX2F è molto serio anche nella sua costruzione. Grazie a un obiettivo dalle caratteristiche pressoché uniche un altro simile ce l’ha solo la Panasonic Lumix DMC-LX7 , questa fotocamera è diventata il biglietto d’ingresso di Samsung nel segmento delle fotocamere compatte di livello superiore. Anche per le fotocamere mirrorless esistono pochi obiettivi con un’apertura massima di f/1,4.

Samsung

Fotocamera compatta Samsung EX2F

12,4 Megapixel 24-80mm 3,3x 3″

Le opzioni di ingrandimento della EX2F sono ridotte, ma l’equivalente di 80 mm di teleobiettivo è sufficiente per scattare ritratti di grandi dimensioni. Al massimo dello zoom l’apertura è chiusa a f/2,7 che, tuttavia, permette efficacemente di separare l’oggetto dallo sfondo a scapito di una riduzione della DOF – certamente, nella misura in cui permette un grande per gli standard delle compatte, ma allo stesso tempo un piccolo sensore di formato 1/1,7 pollici.

Il sensore stesso è un CMOS retroilluminato da 12 MP, abbinato a un amplificatore di segnale nell’ADC, in grado di utilizzare sensibilità fino a 6400 ISO o 12.800 in modalità espandibile . Tutto ciò rende il dispositivo più che adeguato per lavorare in condizioni di scarsa illuminazione.

Due rotelle, una sull’impugnatura e una sul dorso, consentono di modificare le impostazioni durante le riprese. Purtroppo, l’idea di utilizzare l’anello sull’obiettivo per controllare le impostazioni non è venuta in mente agli sviluppatori. Sotto l’anello di alluminio zigrinato si trova l’attacco per l’obiettivo, per fissare gli accessori ottici.

La fotocamera dispone di varie modalità continue e predittive. Sulla parte superiore c’è anche un selettore per selezionarli. Il dispositivo non è quindi particolarmente veloce, ma si presta piuttosto a riprese ponderate e non affrettate.

L’interfaccia della fotocamera presenta alcune caratteristiche molto intelligenti. Queste includono una schermata di accesso one-touch per le impostazioni fotografiche, una funzione di regolazione del bilanciamento del bianco su due assi – disponibile non appena si seleziona una preimpostazione del tipo di illuminazione – e l’accesso alla regolazione della potenza del flash. Molti di questi elementi sono presi in prestito dalle compatte della serie NX.

Il display AMOLED è orientabile, ma non sensibile al tocco, quindi non è facile manipolare i numerosi filtri e strumenti di ritocco presenti nel menu del dispositivo. Ad esempio, la modalità Split Shot, che consente di combinare tre scatti in un’unica immagine, sarebbe molto più utile se le aree unite potessero essere tracciate con il dito. Per una telecamera portatile seria, tuttavia, probabilmente non è così importante. Il supporto per il formato RAW e il convertitore integrato sono invece molto utili.

Una caratteristica dell’EX2F è la sua funzionalità wireless. Caricare l’immagine su una galleria online o su un sito di social network anche VKontakte è supportato non è affatto un problema. L’importante è avere a disposizione una connessione Wi-Fi o uno smartphone.

Vota questo articolo
( Non ci sono ancora valutazioni )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: