Il radiatore onesto a guardia dei diritti dei consumatori

L’Associazione dei produttori di radiatori per riscaldamento APRO lancia la campagna di controllo pubblico “Radiatore onesto”. La campagna ha interessato più di 30 regioni del Paese. Di conseguenza, sono state scoperte molteplici violazioni della legge sulla protezione dei consumatori. È emerso che nel 75% dei punti vendita i radiatori non soddisfano le caratteristiche dichiarate sulla confezione e nei documenti di accompagnamento.

Radiatori

“Radiatore onesto” per tutelare i diritti dei consumatori

Il progetto di verifica della qualità dei radiatori per il riscaldamento al dettaglio è iniziato alla fine del 2015 e nel giro di sei mesi si è trasformato in un’azione di controllo pubblico su larga scala. Le informazioni sulle incongruenze nelle caratteristiche dei radiatori sono state raccolte dal team APRO, oltre che inviate dai dipendenti dei negozi, dai rappresentanti delle aziende, dalle organizzazioni no-profit e dai volontari. La campagna copre più di 30 regioni del Paese. Di conseguenza, sono state scoperte molteplici violazioni della legge sulla tutela dei diritti dei consumatori. È emerso che nel 75% dei punti vendita i radiatori non sono conformi alle caratteristiche dichiarate sulla confezione e nei documenti di accompagnamento.

Più di 150 lettere sono state inviate ai proprietari dei punti vendita, che hanno ricevuto i risultati delle loro ispezioni. Ma non tutti i negozi hanno risposto all’invito a proteggere i diritti dei consumatori a ricevere informazioni veritiere su un prodotto legge russa sulla protezione dei diritti dei consumatori, articolo 10, paragrafo 1 .

APRO inizia una nuova incursione nelle città e invita tutti i cittadini e le aziende interessate a partecipare. Potete pubblicare le vostre “scoperte” sulla mappa aproea della mappa interattiva “Radiatore onesto”.

Perché APRO sta lanciando una campagna per controllare i radiatori del riscaldamento in estate? La stagione del riscaldamento è terminata ed è allora che inizia il periodo di sostituzione degli impianti di riscaldamento. È importante installare nelle nostre case radiatori e convettori di alta qualità, in modo che la prossima stagione di riscaldamento non si ripeta con incidenti di massa causati da dispositivi non sicuri. Ricordiamo che solo nel gennaio 2023 sono stati segnalati incidenti causati dallo scoppio di radiatori in 11 regioni della Italia.

APRO continuerà a segnalare alla direzione degli ipermercati le incongruenze tra le caratteristiche dichiarate e quelle reali dei radiatori. Se non reagiscono, APRO invierà i risultati della campagna alle camere pubbliche regionali e ai media.

È possibile seguire la campagna su instagram di APRO.com/aproea

Vota questo articolo
( Non ci sono ancora valutazioni )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: